Blog della Teca

Riflessioni sulla spiritualità, lo gnosticismo e il nostro modo di vedere la vita



Enneagramma: Quarta influenza, Marte

Martedì, 15 Marzo 2016 21:28 Scritto da 
1. Descrizione del mito greco-romano di Marte
Marte (per i Greci) fu venerato come spirito della battaglia dai popoli più antichi e se ne trova traccia già nei miti pre-omerici, legati ai riti della Terra. Quando il culto di Ares giunse nel mondo greco, il suo carattere d’iniziatore del ciclo stagionale subì una trasformazione fino ad assumere il duplice aspetto del combattente assetato di guerra e del giovane atleta, amante di Afrodite.
Ares, molto affascinante ma bellicoso e gradasso, amava il tumulto dei combattimenti e disprezzava le regole. Accusato d’omicidio volontario e citato in tribunale per aver ucciso il figlio di Poseidone, Alirrozio, egli fu assolto perché riuscì a dimostrare che Allirozio aveva tentato di usare violenza a sua figlia Alcippe.
Oltre ad assumere il ruolo di difensore dei giovani, egli fu visto come il Punitore e il Vendicatore, di tutto ciò che avesse violato i giuramenti. Per quanto ardito e battagliero, Ares non era invincibile. Fu sconfitto da Eracle e da Atena che lo atterrò, colpendolo con una semplice pietra. La sconfitta più amara fu quella in cui fu rinchiuso dai giganti gemelli Aloadi in un vaso di bronzo, dove restò per tredici mesi fino al giorno in cui fu salvato da Eribea, la matrigna degli Aloadi. A Roma era il protettore della città. Il suo tempio si trovava fuori delle mura per evitare che in città scoppiassero liti e sommosse. I Sabini avevano la consuetudine di dedicare a Marte un’intera classe di giovani, destinati ad abbandonare la città d’origine per cercar fortuna altrove.

2. Descrizione dell’influenza marziale: il Collerico
 
Il Marziale è spesso collerico: se si arrabbia lo fa sul serio e senza crearsi dei problemi. Ha un rapporto forte con la rabbia e prova piacere dall’aggressività e dalla distruttività. Per lui le cose sono o bianche o nere. Non ama l’approccio intellettuale, quello della diplomazia politica, e attraverso la lotta si sente vivo. Il Marziale si forma nell’infanzia, spesso da genitori che lo viziano. Il bambino pensa di meritare un trattamento speciale e di non avere regole. Facendo questo il bambino viene privato della responsabilità.

       3. Indicazioni per il riconoscimento dell’influenza marziale
Il Marziale ha un rapporto frequente con la rabbia e un senso della giustizia molto forte. Si vanta della sua determinazione e cerca la competizione. Non ha problemi a parlare della propria vita sessuale. È solito prevaricare le opinioni diverse dalle proprie. É molto schietto e preferisce una brutta verità ad una rassicurante bugia. Per il Marziale è importante la lealtà. Sente la necessità di proteggere il gruppo.

Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 21:24
Letto 1581 volte
Ti piace?
(4 Voti)

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job