Blog della Teca

Riflessioni sulla spiritualità, lo gnosticismo e il nostro modo di vedere la vita



Quarta Via: La carrozza, il cavallo, il cocchiere…. e il padrone?

Lunedì, 05 Maggio 2014 19:37 Scritto da 
Una strada, a tratti sconnessa, con qualche curva pericolosa e senza protezione sul burrone, che si apre al suo lato.
A tratti è riscaldata dal sole, a tratti immersa nella nebbia più fitta. Ogni tanto un bivio, un incrocio... qualche volta segnalati ma altre volte appaiono all'improvviso, quasi a sorprendere il viaggiatore.

Su questa strada viaggia una carrozza. Ad un primi sguardo strappa un sorriso, ma a guardarla bene fa venire i brividi.
La sua struttura è malandata, cigolante.
Una ruota rischia di uscire dal perno e di spezzarsi. I cavalli, due ronzini spelacchiati, ricordano il ronzino di Don Chisciotte, prendono le direzioni più disparate, trascinano la carrozza rasenti al burrone.
Il cocchiere non riesce a governare i poveri cavalli e non sa come fare a trattenerli e a riportarli sulla giusta strada.
Il cocchiere.... bel personaggio... Sta seduto a cassetta ma non sa, a vederlo, dove stia andando, a vederlo bene è pure ubriaco, ogni tanto tende le briglie, ma le tende talmente forte che i cavalli non sanno se fermarsi o andare.
E' completamente perso nei suoi pensieri , si distrae e non si accorge dei strani rumori provenienti dalla ruota sinistra che sta per staccarsi.

Direte voi... ma il povero passeggero che viaggia dentro la carrozza, come si sentirà? Intanto non è un passeggero qualunque ma è il padrone della carrozza... povero disgraziato... lui dorme! Nonostante tutto quello che succede là fuori lui dorme come un ghiro, a volte ha un sussulto, poi si riaddormenta, ma all'ennesimo scossone apre gli occhi ed esclama: " dove stiamo andando, non è la strada giusta, fai più attenzione " dice al cocchiere, ma il cocchiere perso nei suoi pensieri, con tutto quel frastuono, e sopratutto convinto che quella sia la strada giusta, non lo sente.

Cosa fa risuonare in voi questa vecchia storia?
Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 19:40
Letto 5019 volte
Ti piace?
(70 Voti)

Commenti (1)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes

volendo pensare in positivo, è davvero una fortuna che il cocchiere sia preso nei suoi pensieri e inizi a sbandare!! altrimenti, quando il padrone deciderà di svegliarsi? perchè penso, che la strada non possa compierla nè il cocchiere, nè i cavalli, anche se fosse la strada giusta!...siamo venuti per guadagnarci il Paradiso, ma senza il pane della Vergogna (ovvero immeritatamente o per inconsapevolezza).

  Allegati
  Ospite
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location