Blog della Teca

Riflessioni sulla spiritualità, lo gnosticismo e il nostro modo di vedere la vita



Quarta Via: Perchè mentiamo a noi stessi?

Mercoledì, 16 Aprile 2014 00:00 Scritto da 
La realtà a volte è dura da guardare in faccia ma dobbiamo pensare che possiamo sempre agire per migliorarla.
Vedere il bicchiere sempre mezzo pieno può aiutarci a superare un momento difficile della vita ma anche illuderci che tutto vada bene mentre, vederlo sempre mezzo vuoto,  mostra una vita basata sul vittimismo.
Colorando la vita per mascherarla mentiamo a noi stessi, schermiamo la realtà per non viverla per quello che è.
Se questo atteggiamento è occasionale ed è associato alla necessità di una pausa di riflessione potrebbe anche andare bene, ma quando viviamo negando continuamente la realtà gli effetti sono diversi.

Spesso non siamo in grado di riconoscere questo meccanismo di autoinganno, prodotto dalla mente. Sono soprattutto il dolore e la paura i due sentimenti davanti ai quali sempre ci sentiamo sconfitti, pensiamo di non avere scelta e di non poterli affrontare con le nostre risorse e quindi cerchiamo di raggirarli.

Perseverare con questo atteggiamento è pericoloso:si può arrivare a sfuggire alla propria coscienza.
Chi di noi ha subito, durante l'infanzia, un'educazione molto rigida, sa bene quanto sia facile entrare in questo circuito mentale. Nasciamo e cresciamo con un senso di inadeguatezza che ci porta a voler modificare la realtà per placare il "genitore interno", sempre presente dentro di noi, pronto a giudicare severamente ogni decisione.

Continuare a mentire a noi stessi è estremamente pericoloso e crea una confusione interiore che ci porta, senza rendercene conto, al bisogno continuo di dire bugie per vivere la nostra vita nell'illusione.

Quante volte ci diciamo questa cosa che ho fatto non la farò più? Quante altre volte ricadiamo in questo meccanismo?
Questo vortice rende difficile la preparazione di un percorso di vita chiaro che affronti i problemi tramite scelte sane e costruttive, ma può essere il vero motivo per la voglia di un nuovo inizio del proprio risveglio interiore.
Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 19:41
Letto 2917 volte
Ti piace?
(82 Voti)

Commenti (2)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes

Mentire a se stessi non è altro che una difesa, ci permette di non riaprire le nostre ferite più profonde.
Ma arriva sempre un momento in cui una vocina ci dice che non è proprio come cela raccontiamo.
Il viaggio inizia quando riusciamo ad ascoltare quella vocina, il viaggio incomincia a farsi interessante quando riusciamo a guardare quella ferita e ad accettarla e a volte persino consolarla.... Un abbraccio a tutti. Mimmo

  Allegati
  Ospite

il termine mentire mi riporta a parole e valori come " umiltà " " credere "... mentiamo a noi stessi perchè non abbiamo l'umiltà di credere in noi stessi, a nessuno, anche quando quel nessuno ci invita a liberarci dalle catene che ci tiengono imprigionati nella caverna, nel pozzo... " ugualmente sono diventato molto piccolo, di modo che con la mia umiltà ho potuto condurvi fino alla grande altezza, da dove eravate caduti. Siete stati presi da questo pozzo, se credete in me, Io sono colui che vi prenderà sopra, sono Io che vi porterò sulle mie spalle, il peso che ora portate non è il vostro"

  Allegati
  Ospite
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location