Lunedì, 11 Maggio 2015 00:00

Esperienze interiori: Il caleidoscopio

Scritto da La teca di Milano e Legnano
Ti piace?
(6 Voti)
Ciò che l'essere umano costruisce intorno a sé è un susseguirsi di immagini che cambiano a seconda delle situazioni in cui si trova. senti anche tu questo?
In questi giorni di primavera, durante una festa di paese, ho visto tra le bancarelle un oggetto che mi ha riportato alla mia infanzia: un caleidoscopio.

Questo semplice gioco è composto da un tubo al cui interno sono collocati longitudinalmente due o più specchi, che riflettono frammenti di vetro colorato originando immagini geometriche.

Ponendo l'occhio ad un'estremità del caleidoscopio, si osservano giochi cromatici che cambiano se si ruota il tubo, dando così un effetto ottico piacevole.

Quando da piccolo cercavo di penetrare questo fantastico mistero di luci, lo spettacolo mi rendeva felice e la fantasia prendeva il volo.

Tornato a casa, ho consultato il dizionario per ricostruire l'etimologia della parola caleidoscopio, ho scoperto così che è composta dal greco kalós (bello), eidos (immagine) e skopéo (osservare).

Questo strumento mi ha ricordato ciò che l'essere umano costruisce intorno a sé: una serie di specchi, un susseguirsi di immagini, alcune volte colorate, che cambiano a seconda delle situazioni in cui si trova. In realtà però quegli specchi sono sempre gli stessi, cambia solo l’angolatura da cui li si guarda.

Vedere se stessi attraverso questo gioco è come vedere in noi tutta una serie di parti che ci compongono, e che ci impediscono di percepire la luce neutra, bianca, che costituisce la nostra parte essenziale, una parte che di volta in volta viene rivestita, trasformata e ricoperta da una moltitudine di colori. I colori dell'io.

Quelle superfici colorate che l'occhio percepisce sono la nostra interiorità, costruita per vivere nel mondo e per farci credere di stare bene con noi stessi e con gli altri.

Con il tempo le esperienze sia negative che positive rafforzano la nostra identità fino a farci immedesimare con essa, facendoci dimenticare che in noi esiste una Luce che si irradia dalla parte più intima e profonda.

Il caleidoscopio mi ha ricordato che ogni giorno ognuno di noi deve ricordarsi di guardare nel suo personale caleidoscopio interiore, per osservarne i colori come uno spettatore che comincia a comprendere che oltre a quel gioco c'è qualcosa da coltivare, apprezzare e ritrovare: se stesso.
Letto 4239 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 18:58

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job