Martedì, 06 Ottobre 2015 00:00

Cinque cose che ho capito

Scritto da Luciano Cercatore
Ti piace?
(4 Voti)
Ho guardato uno per uno tutti gli oggetti che possiedo, mi sono liberato da quelli che non mi servono, ho messo in ordine la mia anima. Scopri come...
Ho guardato uno per uno tutti gli oggetti che possiedo, mi sono liberato da quelli che non mi servono più, ho messo in ordine quelli che ho deciso di tenere. Così è stata la mia estate.
Un’opera epico-alchemica. Ho raccolto gli oggetti d’infanzia e adolescenza sparsi nelle varie case dove ho vissuto, ho setacciato varie soffitte in cerca di tracce di me, ho radunato tutto nella casa dove abito e… ho scelto. Quali oggetti sono ancora vitali? Le lettere delle mie ex ad esempio sono andate. Ho provato tenerezza leggendo i miei scritti di bambino e ho ricordato di aver realizzato uno dei miei sogni: diventare giornalista.
Ho creato un equilibrio nuovo. Chi è il Luciano di adesso? Cosa desidera?
Tanta strada è stata percorsa, e altrettanta ne rimane.
Ho scoperto molte cose:
1 la casa in cui vivo è troppo piccola,
2 ho bisogno di uno studio,
3 mi è impossibile separarmi dalle lettere di Sophie (e quindi forse deciderò di contattarla),
4 voglio fare un viaggio in Africa.
E per ultimo, il numero 5: io (nonostante i vari e inconsci tentativi dei miei molti io di sabotare me stesso) mi voglio bene. Il piccolo Luciano è vitale ed io non posso più tradire i suoi sentimenti.

È arrivato l’autunno. E questo è il mandala nato dal mio caos.

Un abbraccio

Letto 1369 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Maggio 2016 14:13

Commenti (2)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes

Caro Luciano,

bentrovato anche tu..

Mi sei mancato!

un abbraccio

Gisella

  Allegati
  Ospite

Caro Luciano,
tra tutte le 5 cose, su una sono del tutto d'accordo.
Ricontattare Sophie. Anche io ho avuto la mia Sophie (e tutt'ora la frequento), e ho provato lo stesso stato di frammentazione di cui hai parlato mesi fa, in seguito ad un "tradimento". Ma ho deciso, o qualcosa ha deciso per me, che era la persona giusta, quella che avrebbe piano piano rotto il mio mondo intriso di abitudini. Così ho insistito...tanti dei miei tiranni più forti ho dovuto affrontare, tra cui gelosia e possessivitá, per citarne due tra i più simpatici. É stata una gran bella scuola che mi ha permesso di guardare tutti questi compagni in faccia con intensità e per un periodo prolungato. Ora questi amici sono sempre con me, certo, ma stanno di più al loro posto, nelle retrovie, senza disturbare come avveniva un tempo, e con la mia Sophie piano piano stiamo diventando complici compagni d'avventura.
Un abbraccio.
F.

  Allegati
  Ospite
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job