Lunedì, 29 Settembre 2014 00:00

Esperienze interiori: Evoluzione e Liberazione

Scritto da Teca di Legnano e Milano
Ti piace?
(2 Voti)
Quali sottili meccanismi portano all'evoluzione umana? Scoprili leggendo questo articolo e impara come evolvere!
La natura, qualunque cosa intendiamo con questa parola, utilizza per manifestarsi l’evoluzione, un processo estremamente lungo e laborioso, tramite il quale tutto ciò che esiste nell’universo subisce una graduale emancipazione.

Praticamente, si tratta di una lotta perpetua contro la terza legge della termodinamica, la quale stabilisce che l’entropia, cioè la quantità di disordine presente nell’universo, è destinata ad aumentare sempre più fino a imporsi come il vincitore finale.

Anche noi siamo coinvolti in tale processo. E nell’ipotesi che tra le mete della natura esistesse anche la nostra evoluzione completa e definitiva, tale possibilità richiederebbe un lasso di tempo talmente lungo che i suoi effetti sulla nostra breve vita terrena sarebbero praticamente nulli, così come ogni eventuale conseguenza positiva.

Quindi, come possiamo sfuggire a questa trappola e procedere verso la nostra personale evoluzione nell’arco della nostra esistenza?

La liberazione non consiste nel sognare l’indipendenza dalle leggi dell’universo, bensì nella conoscenza di queste leggi e nella conseguente possibilità di farle agire secondo un piano per raggiungere uno scopo determinato: la nostra personale evoluzione.

Tutto ciò vale in riferimento tanto alle leggi dell’universo a noi esterno, quanto a quelle che regolano l’esistenza fisica e spirituale dell’uomo stesso (il nostro universo interiore): due classi di leggi che possiamo separare l’una dall’altra tutt’al più nell’idea, ma non nella realtà.

Da tutto ciò ne deriva che: o la nostra conoscenza aumenta sempre di più, e quindi anche la nostra autodeterminazione, oppure la nostra ignoranza farà sì che alla fine saremo dominati da ciò che la conoscenza ci avrebbe permesso di dominare.

Nei Vangeli Gesù sentenzia: «La verità vi renderà liberi». Che fare, allora?

Tutta la conoscenza che serve ai nostri scopi esiste già ed è conosciuta da tempi immemorabili dalle vere scuole, come ripetutamente ci ricorda l’opera di un grande maestro spirituale del XX secolo come Gurdijeff, solo che essa non può e non deve essere imposta, ma deve essere cercata e – una volta trovata - usata.
Letto 1047 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 19:15

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location