Martedì, 16 Giugno 2015 00:00

esperienze interiori: la pietà

Scritto da Teca di Legnano e Milano
Ti piace?
(7 Voti)
La pietà Rondanini. La morte del maestro lo colse mentre scolpiva questa Pietà: nessuno gliela aveva commissionata, era l’ultimo suo dono al pianeta.
LA PIETA’- al Castello

Sono davanti a tanto dolore e tenerezza materializzati in una forma.

Bellissima nella nuova collocazione, parlava lo stesso linguaggio straordinario anche prima.

Guardo quei due corpi appena sbozzati dal blocco di marmo e vedo una dolcezza infinita in quell’abbraccio.

Il non finito del maestro toscano mi rimanda a una serie d’immagini sepolte in me…

Poi, come fosse la prima volta, la mia attenzione, è catturata dal figlio.

La morte del maestro lo colse mentre scolpiva questa Pietà: nessuno gliela aveva commissionata, era l’ultimo suo dono al pianeta che lo aveva ospitato.

Mi chiedo: Michele Agnolo come ti chiamavano i tuoi concittadini, se morte non ti avesse colto, saresti davvero riuscito a scolpire quel volto di figlio?

Mi rendo conto improvvisamente che sono domande che rivolgo a me stessa: com’è veramente il suo volto?

Una vita spesa a cercarlo ma invano. Ma tu, come avresti rappresentato quel volto di uomo morto che pure è sempre vivo nella sua dimensione più vera?

La morte, i mille volti del Cristo…

Borges, inimitabile come sempre risponde
“Forse quel volto morì, si cancellò affinché Dio sia in tutti”.
All’amico Janouch che lo interpellava su Gesù, ebreo come lui, Kafka ribatté
“Gesù di Nazareth?
E’ un abisso di luce.
Bisogna chiudere gli occhi per non precipitarvi”

Mi guardo dentro: entrambi gli scrittori rivelano la loro inimitabile capacità di vedere le cose, ma quell’abisso di luce mi prende allo stomaco, mi fa girare la testa, mi dà un’emozione indicibile.

La gente preme dietro di me: è tutto successo in un istante o sono qui ferma da tempo?

Mi allontano ma l’abisso di luce ormai mi ha rapito.

So cosa scriverò sul mio diario stasera.

Ho visto la Luce oggi o l’immagine della Luce?

Chiedo aiuto a Tommaso e a quel suo loghion straordinario
“egli sarà svelato, ma l’immagine sua è celata dalla sua luce”
Letto 1209 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 18:56

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job