Mercoledì, 10 Dicembre 2014 00:00

Firma per salvare...

Scritto da Luciano Cercatore
Ti piace?
(2 Voti)
Oggi ti parlerò di un viaggio di discesa e risalita nel mondo sotterraneo della mia infanzia. Scopri quello che mi è accaduto e dimmi che ne pensi.
Sono innamorato, la nostra storia incede, Sophie è una donna piena di magie, te ne parlerò, ogni giorno scopro qualcosa di nuovo e per questo lascio indietro il mondo. Lascio la mia panchina nel parco, dove amo ritrovare lo spazio dentro me e riflettere.

Tornando a casa, già la mente cataloga le illimitate faccende urgentissime di cui mi devo occupare. Adesso recupero, adesso do il mio contributo al Reale. Accendo il pc… quanto è lento questo pc! Ecco, ma quante email mi sono arrivate nelle due ore di panchina strappate al lavoro? Vediamo… almeno cinque delle consuete petizioni che mi propongono di firmare per proibire gli allevamenti in batteria di polli e conigli, per chiudere il macello degli orrori, per l’antimafia al Parlamento, salvare il futuro del Pianeta, aiutare i bambini in emergenza umanitaria, combattere la violenza sulle donne e la corruzione… Sono sopraffatto! Rimesto tristezza e rabbia. Ma se non ci sono io, come si salva questo mondo?! Sorrido. Non riesco a sottrarmi a queste campagne on line. Chissà poi se servono, mi chiedo, mentre firmo, firmo e firmo. Con buona pace della mia coscienza… o incoscienza? Sono uno che combatte, sempre stato così.

Improvvisamente mi torna alla mente un sogno della notte scorsa.

Stavo per essere impiccato, completamente nudo. Ero colpevole per aver lottato e difeso l’ambiente e gli animali, dei miei eccessi nell’inseguire un globale senso di giustizia, per fare sempre quello che vuole difendere i più deboli dai più forti etc... Una calca di gente guardava lo spettacolo. Io però non ero disperato. Non mi vergognavo neppure di essere nudo. La voce di Sophie mi rassicurava sulla bontà di tutte le mie battaglie. Mi sentivo stranamente armonioso e pensavo che nel momento cruciale sarei rimasto eretto, sarei morto in modo dignitoso.

Accidenti, la mia consegna… Torno all’articolo che la redazione reclama con impellenza. Anche Oscurania è stata colpita da precipitazioni abbondantissime che hanno causato ingentissimi danni e anche alcuni morti, come da alcune settimane in Italia. Leggo stralci di articoli sulle esondazioni. Guardo video in cui si manifesta l’immensa forza della natura. Lo schermo grida la disperazione di noi piccoli uomini in balia degli elementi. Passo dalle voci concitate della gente, ai comizi dei politici, e infine alla silenziosa devastazione di paesaggi sconvolti nel profondo. La commozione si impadronisce del mio cuore, osservando questa natura che sembra rivoltarsi contro l’uomo che si ferisce e la ferisce in tutti i modi possibili.

Inizio l’articolo: “I cambiamenti climatici stanno provocando fenomeni sempre più catastrofici su tutto il pianeta. Urge un cambiamento di rotta da parte di chi governa il mondo, ma anche una trasformazione della coscienza collettiva, che porti ogni essere umano a sentire come il benessere individuale passi dal bene comune”. Sto scrivendo cose possibili? Ad ogni modo: bravo Luciano, la lezione la sai.

Però mi scopro sereno. Dov’è finita tutta la mia foga battagliera per fermare i colpevoli, denunciare le ingiustizie, salvare il mondo dagli scempi? Stavolta non mi è possibile indossare le vesti di Don Chisciotte, forse è l’ora della resa.

Il mondo attualmente è così, l’essere umano si esprime in accordo al suo grado di sapienza, me compreso. Come condurre una lotta che abbia senso? Forse ci vuole la voce di Sophie, forse ci vuole più amore. Magari quel Luciano del sogno che muore dignitosamente lascia spazio ad un’energia nuova, che non anestetizza, più adatta a fronteggiare questo Dragone di fuoco che è la forza distruttiva, tentando di amarlo per poterlo forse un giorno dirigere al bene. Lo so, quando si è innamorati si diventa un po’ sognatori. Ma quanto è bello! E tu che mi leggi, cosa pensi?

Luciano Cercatore
Letto 1030 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Maggio 2016 18:33
Altro in questa categoria: « Chi è Sophie Riparare i danni »

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job