Mercoledì, 18 Giugno 2014 00:00

Pulitura interiore

Scritto da Luciano Cercatore
Ti piace?
(19 Voti)
Non c’è dubbio che io stia attraversando un tempo di energico Lavoro personale. Vuoi scoprire cosa sto facendo? Leggi questo mio articolo ora!
Non c’è dubbio che io stia attraversando un tempo di energico Lavoro personale. Dopo aver compreso la necessità di pulire e sanare il mio spazio esterno, sento oggi potente la necessità di compiere lo stesso processo nel mio spazio interiore. Forse molto più prossimo a me del mio micro-appartamento, ma anche più eclissato, e infinite volte trascurato. Certe cose si fanno a porte chiuse, concedendole a se stessi come miracolosa occasione.

In questa Pulitura interiore, così mi piace chiamarla, scorgo due aspetti importanti. Il primo, la pulizia di quel materiale psichico ed emozionale che da millenni è lì, senza lavorazione, privo di digestione, e che, come il vetro di una finestra opaco di tempo, mi impedisce di ricevere i raggi solari, di vedere l’Infinito interstellare. Questo stato di cose distorce la realtà del cosmo, rendendolo abitato da fantasmi e mostri, invece che da semplici esseri umani.

Il secondo aspetto, per me ora importantissimo, è la pulizia quotidiana, costituita da piccoli rituali che quasi senza sforzo è doveroso eseguire in ogni fase della giornata. Portare il bicchiere in cucina, ringraziando per essermi dissetato. Lavare bene il piatto dopo aver cenato, soddisfatto per aver potuto anche oggi cibarmi del giusto. Raccogliere quel pezzo di carta appena caduto sul pavimento... e poi stasera chiamare Maurizio, quel compagno di università incontrato un paio di settimana fa. Lui, che ha smascherato tutta la mia falsità, offrendomi la possibilità di lavorare sul senso di inferiorità e sulle mancanze che spietatamente attribuisco al misero me stesso.

Voglio più di ogni cosa ringraziarlo, e chiedergli scusa, e forse raccontargli le mie difficoltà, nel caso anche lui sia disposto ad ascoltare le sue. Spero mi sia possibile conoscere il vero Maurizio, e mostrargli questo Luciano rintanato nel fondo del mio cuore.

E ringrazio anche te, che mi hai scritto parole reali, che condivido con tutti voi. Che il seme di un gesto interiore, genuinamente complesso, possa germinare in noi, divenendo sostanza nelle nostre esistenze.

“Non dovremmo sentirci inferiori… non dovremmo confrontarci per farci del male… ma per scoprire quanto siamo diversi gli uni dagli altri. Misteriosi, meravigliosi. Anime in cammino, semplicemente. Sorridendo per la bellezza insita nel nostro Spirito”.

Grazie a chiunque di voi mi abbia scritto o vorrà farlo, tifando per me e di conseguenza per se stesso, attraverso parole che parlano.

Da oggi il mio blog è on-line su lateca.info. Forse ti farà piacere scrivere ancora a me, e a chiunque viaggi attraverso il difficile-affascinante-luminescente Cammino.

Luciano Cercatore
Letto 1057 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Maggio 2016 18:19

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location