Martedì, 28 Aprile 2015 00:00

Esperienze interiori: sotto il vestito... la paura

Scritto da La teca di Milano e Legnano
Ti piace?
(5 Voti)
Un vecchio detto recita: La paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non vide nessuno. Trattiamo il tema dell'auto-osservazione.
Un vecchio detto recita: La paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non vide nessuno.

Ancora una volta trattiamo il tema dell'auto-osservazione. Nessuna delle altre pratiche gurdjieffiane merita più attenzione e impegno.

Sono tante le sfumature che possiamo cogliere nell'ascolto del nostro microcosmo interiore.

Quello che è certo è che ci sono molti veli e strati che nascondono quanto sta realmente sotto le nostre percezioni.

In me, per esempio, auto-osservandomi nel tempo, ho potuto scoprire come dietro ad un senso di colpa, nascosto da sincera preoccupazione per il male fatto all'altro, c'era nel fondo la paura di essere rifiutato, di essere indegno.

Un altro caso è quello di alcuni momenti d'ansia, legati a determinate richieste estemporanee e non programmate che mi arrivano sul posto di lavoro; dietro il loro velo c'è la mia paura di non poter più avere il controllo su quello che devo fare, e dietro ancora si agita il timore dell'insicurezza della vita, che non riesco a esorcizzare.

Insomma, l'uomo - in base a questa visione - sembrerebbe davvero un essere simile ad una gazzella impaurita, le cui reazioni, anche quelle più aggressive, sono unicamente determinate dalla costante paura in cui è immerso.

Non a caso Gurdjieff, nella metafora del mago, parlava proprio degli uomini come pecore convinte dal mago di essere leoni.

Il mistico Sufi Rumi ci offre però l'antidoto (a tal proposito vi consiglio il nostro cd La storia del ney- Giovanni Maria Quinti - La Teca Edizioni), invitandoci ad ascoltare il suono del Ney: restando in ascolto senza scappare, il suono piano piano si attenuerà.

Forse davvero riuscendo ad attraversare la nostra paura potremo trovare sul fondo... il coraggio.
Letto 1021 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2016 18:59

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location