Blog della Teca

Riflessioni sulla spiritualità, lo gnosticismo e il nostro modo di vedere la vita



Altre spiritualità: La Cura di Franco Battiato

Giovedì, 27 Settembre 2018 12:09 Scritto da  Gruppo di Milano
«Ama il prossimo tuo come te stesso» è il messaggio dei Vangeli. Ma amiamo noi stessi come amiamo gli altri? O, meglio, siamo disposti ad avere nei confronti di noi stessi le stesse attenzioni che proviamo per il giudizio altrui? Noi siamo importanti per noi nella stessa misura in cui lo è per noi la persona o le persone in assoluto (nel bene e nel male) più importante/i della nostra vita? Amare vuol dire conoscere chi mi sta di fronte e riconoscere in lui quella scintilla di “Bene Assoluto” che a volte (spesso) stentiamo, fatichiamo, a ritrovare in noi. E questa fatica è tanta e tale che spesso ci perdiamo nel sentimento che proviamo per l’altro (passione, odio, amore, benevolenza), e nello smarrimento – a tratti nell’apatia – che proviamo nei nostri confronti. Poche, pochissime persone si amano “veramente” per quello che sono, per come sono. La maggior parte nasconde la propria sopportazione di sé dietro una maschera di tolleranza, quasi di rassegnazione, e di rabbia. Quando non di odio.

«Ama te stesso come il prossimo tuo». Ascoltati, immergiti nelle tue profondità e - per quanto torbide e scure - accettale, impegnandoti con dolcezza a risalire alla loro fonte. Chi e cosa le ha generate? Perché? Noi non siamo solo quello che vedono gli altri, né solo quello che vedono i nostri occhi. Noi siamo ciò che “sentiamo” di essere nelle profondità del nostro silenzio interiore.
Metti te stesso al centro del tuo amore e della tua cura (reale e non puramente materiale), il resto verrà da sé.
Prova a sederti davanti a uno specchio a occhi chiusi e, dopo aver creato uno stato di silenzio interiore, aprili e ammira il tuo volto. Contemplalo come non l’hai mai fatto. Scorgi in esso i segni del tempo o delle preoccupazioni, e poi prova a rivolgere mentalmente al tuo te che ti sta di fronte i versi della bellissima canzone di Franco Battiato, La cura.

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie, 

dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via. 

Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo, 

dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai. 

Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie. 


Supererò le correnti gravitazionali, 

lo spazio e la luce per non farti invecchiare. 

E guarirai da tutte le malattie, 

perché sei un essere speciale, 
ed io,
avrò cura di te. 


Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza. 

Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza. 

I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi, 

la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi. 

Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto. 

Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono. 

Supererò le correnti gravitazionali, 

lo spazio e la luce per non farti invecchiare. 


Ti salverò da ogni malinconia, 

perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te... 

Io sì, che avrò cura di te.

Perché tu, proprio tu che stai leggendo, sei un essere speciale, per questo devi imparare ad avere grande e amorevole cura di te. Ripeti ogni giorno questo esercizio, oppure trova parole tue, altre che ritieni più adatte a lenire le tue ferite. Buon Lavoro…
Letto 250 volte
Ti piace?
(4 Voti)

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 voters
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

  1. Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Give this posts your rating:
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job