Blog della Teca

Riflessioni sulla spiritualità, lo gnosticismo e il nostro modo di vedere la vita



Quarta Via: “Costruire” se stessi in 5 mosse

Mercoledì, 23 Maggio 2018 16:08 Scritto da  La Teca di Milano
Esistono edifici per la costruzione dei quali non bastano vite intere. Per Lavorare su di sé bisogna costruire il proprio Castello interiore. E per farlo bisogna prendersi e darsi tempo, perseverare con dolcezza e amore, senza abbattersi per gli errori e ritrovare in sé la forza e la motivazione per rialzarsi, coltivando allo stesso tempo l’umiltà e la scaltrezza di chiedere aiuto.

1. Così come costruire un castello richiede un impegno duro e protratto nel tempo, bisogna rendersi conto e accettare che lavorare su di sé è altrettanto difficile, anzi di più. Gli stessi castelli piuttosto che le cattedrali si costruiscono con molta fatica, con le pietre e la malta. Perché bisogna costruire un edificio interiore del quale non si hanno progetti e schemi prestabiliti, visto che ognuno di noi è speciale a suo modo. La mappa della nostra interiorità è nascosta a noi stessi, quindi va scoperta.

2. Quando si costruisce un edificio nuovo, bisogna distruggere il vecchio. Per edificare il nuovo sé, bisogna essere disposti a liberarsi del vecchio. Ma non si tratta di dover affrontare una demolizione cruenta e lancinante, bensì accettare di sottoporsi a un lavoro lento e progressivo, che richiede grande pazienza, metodicità e amore, con l’intento di arrivare nel tempo ad agire sulle nostre stesse fondamenta.

3. Bisogna resistere alla tentazione di voler abbellire qua e là l’aspetto del castello per renderlo apparentemente più accogliente: a un edificio pericolante non servirà cambiare gli infissi, piantare dei fiori in giardino, ridipingere la facciata. Per renderlo invece solido bisogna rinforzarne le fondamenta e la struttura, altrimenti alla prima scossa di terremoto crollerà rovinosamente al suolo.

4. Non pretendere di fare tutto da soli. Così come quando vogliamo costruire una casa chiediamo a chi ha esperienza in materia di darci consigli, nello stesso modo è bene relazionarsi con mastri costruttori che questo Lavoro l’hanno già iniziato e hanno esperienza del percorso proprio e di altri. E così come non tutti gli ingegneri, gli idraulici, i carpentieri o i falegnami sono bravi, alla pari non lo saranno le persone a cui potenzialmente potremmo rivolgerci per avere supporto o consigli. Certo un imbianchino per allettarci e farci pagare poco potrebbe dirci che non è necessario grattare via il colore precedente prima di dipingere una superfice. Solo che poco tempo dopo, inevitabilmente, si formeranno delle bolle e delle crepe nella pittura tali che un esperto si renderà immediatamente conto che il lavoro non è stato fatto bene. Lo stesso accade nel Lavoro su noi stessi: tutto quello che copriamo, tutto quello su cui non lavoriamo, che mettiamo da parte perché «adesso non è il momento di affrontarlo» fino a dimenticarcene, un giorno o l’altro salterà fuori, procurandoci dolore.

5. Il Lavoro su di sé non preserva la nostra casa dai terremoti, ma a fare in modo che ognuno di noi crei in sé un rifugio che lo accolga nei momenti difficili. Non dobbiamo aspettarci o pretendere che esso sia architettonicamente perfetto, ma è quanto ci basterà per metterci in salvo. Nessuno di noi deve cedere all’illusione che si tratti di un’impresa facile: è invece un processo difficile, doloroso e faticoso, non a caso in molti rinunciano a compierlo. Ma è un percorso straordinario e prezioso, non tanto per la meta che ci permetterà di raggiungere, quanto soprattutto per le esperienze che faremo all’interno del Viaggio, quindi del Lavoro stesso.
(liberamente tratto da un discorso di Giovanni M. Quinti)
Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2018 16:45
Letto 258 volte
Ti piace?
(6 Voti)

Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 voters
Ancora non ci sono commenti dei visitatori.
Perchè non inizi tu ad attivare il dibattito?

Lascia un Commento!

  1. Per pubblicare IMMEDIATAMENTE i tuoi commenti Registrati o Entra nel tuo account. Sign up or login to your account.
Give this posts your rating:
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Avvio Cron Job