Blog della Teca

Riflessioni sulla spiritualità, lo gnosticismo e il nostro modo di vedere la vita



Tradimento

Giovedì, 19 Febbraio 2015 00:00 Scritto da  Luciano Cercatore
Car@ lettore,

l’ho vista con un altro. Sophie, la donna che stupidamente amo, con un uomo sui cinquanta. Lui fascinoso. Lei tenera, sorridente. Lui con un braccio le aggroviglia la vita. Avevo visto sulla sua scrivania l’invito per una mostra, di un certo Pablito Strauss. Giorni prima mi aveva comunicato vaga che quella sera non ci sarebbe stata.

Un feroce istinto animale mi conduce la sera stessa dall’altra parte di Oscurania, a quella mostra. Sta accadendo. Non ci credo. La mia mente tenta ostinata di cancellare il fotogramma. Vano. È la realtà. Lo sta baciando.

Scappo, perché è troppo forte, scappo perché il cervello si rompe. Perché sono invaso da una spaventosa devastazione. Sono freddo come fuoco che non brucia, le ossa si spezzano, regredisco allo stato di bozzolo.

Senso di profanazione. Qualcuno ha saccheggiato la mia casa.

Sophie, appena siamo arrivati al centro del mio cuore, tu hai sferrato il colpo mortale.

Ti ho permesso io di entrare, ingenuo ragazzino.

E un dolore così non si può comprendere. Un dolore così ti strappa gli occhi, ti schiaccia l’intestino, ti comprime ogni singolo nervo.

Verso casa… adesso mi metto a meditare, e ritrovo il mio centro.

Dove condurrò questo misero essere rotto in mille frantumi?

Sul pianerottolo incontro Mami, la mia vicina, la bizzarra maga conosciuta la settimana scorsa. Mi guarda con intensità, sono sconvolto, lei sembra sentirmi, sembra sapere. Non dice nulla, ma ho la sensazione che sia presente al mio dolore.

Mi sento più lieve.

L’annunciato Mutamento è arrivato.

Di fronte a Lui siamo tutti umani: maestri, santi, discepoli e anime semplici… siamo tutti fragili.

Luciano Cercatore
Ultima modifica il Sabato, 21 Maggio 2016 18:50
Letto 2331 volte
Ti piace?
(10 Voti)
Avvio Cron Job