Stampa questa pagina

L’Uomo Nuovo

Mercoledì, 15 Ottobre 2014 00:00 Scritto da  Luciano Cercatore
Vengo da un momento di mutamento. La giornata ieri non è cominciata bene, appena esco dalla porta principale e passo davanti al “Bar Cuore”, intravedo la sagoma di Sophie ai tavoli e accelero il passo. Ma la vista del fantasma dei miei ingenui sogni d’amore si fissa in me per tutto il giorno. L’illusione è una prigione. Torno a casa e incontro la mia vicina animalista Yuma: “Sai che il bruco della mia pianta di basilico ha fatto il bozzolo? Vieni, vieni a vedere!” Non riesco mai a sottrarmi ai richiami eco-sentimentali di questa donna. Mi trascina di peso nel suo appartamento e mi fa vedere che dietro una foglia c’è una crisalide. Guardo con attenzione il complicato lavoro che quest’animale ha dovuto affrontare per imbozzolarsi per bene nella propria saliva, all’interno dell’involucro mi pare di intravedere le ali che si stanno formando. “Era un bel brucone grasso, sai? L’ho trovato nel basilico nuovo, poi mi sono accorta che le foglie avevano dei buchi tondi tondi e mi son detta: ‘Qui c’è un ospite!’ L’ho trovato: era verde come le foglie, e ho deciso di tenerlo”. Sorridendo penso: “Ma che strano!”

Torno a casa e mi getto sul divano: la sagoma di lei, il bruco, la crisalide, l’attesa, la vita e la morte che prelude alla vita…

Sono un cercatore, ma non sempre è facile. In questi anni ho visto molte cose prima celate dal sonno. Non sono uno, sono frammentato in mille parti, possiedo poca volontà, poco amore, prima di tutto verso me stesso. Ho visto il mio dolore, dietro la menzogna e l’immaginazione. Ho provato a modificarmi e ho compreso quanto è difficile. Però mi è parso di intravedere una direzione, ho mosso qualche passo nel lento processo di costruzione del mio vero essere, è nata in me una Forza Misteriosa che mi guida. Desidero vivere con libertà, amare coscientemente. Ma quante cadute in questo cammino.

Perché un uomo dovrebbe affrontare queste tappe così dure? Perché crede nella possibilità di rinascere come Uomo Nuovo.

Oggi esco di casa ed ecco ancora Yuma… ma questa donna è sempre sul pianerottolo ad attendermi? Con l’entusiasmo di una bambina mi tira dentro: “Guarda, il bruco ha una compagnia, c’è un altro nuovo ospite!” Sullo stelo del basilico è apparsa una farfalla. Guardo meglio, il bozzolo è vuoto: “Non è un nuovo ospite, è quello vecchio che si è trasformato!” Alla notizia esulta: il suo bruco è pronto per volare, sta facendo asciugare le ali all’aria del mattino.

Ti abbraccio nel Cammino di Metamorfosi

Luciano Cercatore
Ultima modifica il Sabato, 21 Maggio 2016 18:26
Letto 2198 volte
Ti piace?
(9 Voti)
Avvio Cron Job